Il Papa in Campidoglio, “Roma sia al servizio degli ultimi”

Il Papa in Campidoglio, “Roma sia al servizio degli ultimi”

- in Non assegnato
54
0

Seconda visita del Pontefice dopo quella del 2019, il Sindaco Gualtieri: “Col Giubileo la città parlerà a tutto il mondo“.

Papa Francesco è arrivato in Campidoglioaccolto dal Sindaco di Roma Roberto Gualtieri.

Per Bergoglio è la sua seconda visita dopo quella del 26 marzo del 2019Il Pontefice è entrato in Campidoglio dall’ingresso delle Lanceaccolto da squilli di tromba. Poi con il Sindaco Roberto Gualtieri è entrato nel Tabularium, e insieme hanno sostato al primo arcoaffacciandosi sul Foro Romano.

Subito dopo Papa Francesco è entrato nel Palazzo Senatorio. La visita è cominciata con un incontro privato con il Sindacoal termine del quale il primo cittadino presenterà al Pontefice i familiari e i membri della segreteriaL’incontro pubblico si è svolto successivamente nell’Aula Giulio Cesare.

Et sublato patre montem petivi“, con questa decisione é nata Romanata da lontanonata in camminoA Roma, al Sig. Sindacoai suoi lavoratori, la mia gratitudineIl vostro Vescovo Francesco“, ha scritto il Papa sul libro d’oro del Campidoglio.

Una targa a memoria della visita di oggi è stata scoperta in Aula Giulio Cesare alla presenza del Pontefice e del Sindaco Roberto Gualtieri con la Presidente dell’Assemblea Capitolina Svetlana CelliLa targa recita: “A sua Santità Francescosuccessore di Pietro e Vescovo di Romapromotore di cura della casa comune e testimone di fraternità universale. Il Sindaco e l’Amministrazione capitolina.

Al termine della visitail Pontefice si è affacciato sulla piazza, con il Sindaco Roberto Gualtieriper ringraziare gli addetti per il lavoro che fanno per Roma e ha pregato per la città. Salutando i Consiglieri nell’Aula Giulio CesarePapa Francesco ha dato un appuntamento: “Arrivederci al Giubileo!“.

Lo spirito universale di Roma deve essere “Al servizio della caritàal servizio dell’accoglienza e dell’ospitalitàPellegrinituristimigranti, quanti si trovano in gravi difficoltài più poverile persone solequelle malatei carceratigli esclusi siano i più veritieri testimoni di questo spiritoPer questo ho deciso di aprire una porta Santa in un carcere“, ha detto il Papa durante la sua visita.

Possano testimoniare che l’autorità è pienamente tale quando si pone al servizio di tutti, quando usa il suo legittimo potere per venire incontro alle esigenze della cittadinanza e, in modo particolare, dei più debolidegli ultimi“. “Continui Roma a manifestare il suo vero voltoun volto accogliente, ospitalegenerosonobile“.

Fonte: Ansa.it

Photo: Ansa.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe piacere anche

Il Ministro Locatelli a New York per partecipare alla Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità

Fonte: Sociale.it