“Sguardi”: Ciclo di incontri gratuiti dedicati al prendersi cura di sé e degli altri e delle persone con fragilità

“Sguardi”: Ciclo di incontri gratuiti dedicati al prendersi cura di sé e degli altri e delle persone con fragilità

- in Non assegnato
204
0

Cosa vuol dire prendersi cura degli altri? Perché non siamo in grado di affrontare la paura della morte?  Che relazione abbiamo con la nostra fragilità? Come possiamo prepararci ad assistere chi soffre? A queste e altre domande risponde il nuovo ciclo di “Sguardi”, promosso dall’Agenda Cura di Unione Buddhista Italiana con l’obiettivo di fornire spunti di riflessione e strumenti per affrontare le fragilità dell’individuo e il fine vita, aumentando la sensibilità e la consapevolezza sul prendersi cura di sé e degli altri, con particolare attenzione alle persone più bisognose.

Tre appuntamenti in calendario: qualche giorno fa, 14 marzo, il prossimo 11 aprile e infine il 16 maggio nelle modalità online e gratuiti dalle ore 19.30 alle 21.00, tenuti da esperti e specialisti che da molti anni si occupano di cura, pensati per chiunque sia interessato al tema della vita e della morte e sia impegnato, come professionista ma anche a titolo personale, in un percorso di accudimento fisico e/o psicologico dell’altro.

Per partecipare è necessario iscriversi inviando una mail a cura@buddhismo.it.

La morte, il lutto e la memoria nell’epoca dei social” con Davide Sistotanatologo e docente universitario di filosofia; giovedì 11 aprile è la volta di “Come tutelare la dignità nei luoghi di cura?” con Marina Sozzitanatologafilosofa ed esperta di cure palliative presso la Fondazione Faroil ciclo si conclude giovedì 16 aprile con “Ricordati di vivere e abbi cura di te e di tutto” con Laura Campanellofilosofa e consulente pedagogica.

Il ciclo di incontri nasce dalla volontà di offrire nuovi sguardi sul vivere e sul morire, sulla condizione di umana mortalità e sull’incapacità di affrontare la paura della malattia, della ” – ha raccontato Caterina Giavotto, responsabile dell’Agenda Cura di Unione Buddhista Italiana.- L’obiettivo è riflettere insieme sulla consapevolezza necessaria per rendere la vita pregna di significato anche nei momenti più difficili e dolorosi, ricordando che fragilità, malattia e morte sono componenti della vita da conoscere e accettare, per poter vivere con più serenitàsenso di responsabilità e di solidarietà“.

È possibile rivedere gli incontri su www.youtube.com/@UnioneBuddhista e ascoltare i podcast su https://gategate.it/cura/

Info: https://gategate.it/sguardi-2024-un-nuovo-ciclo-di-incontri-on-line/

Photo: Informazione.it

 

Fonte: Superabile.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe piacere anche

Un ospedale di comunità al Sandro Pertini: 80 pazienti in meno di due mesi

Fonte: Sociale.it