Regione Lazio: Oltre 1.3 milioni di Euro per il Durante e Dopo di Noi

Regione Lazio: Oltre 1.3 milioni di Euro per il Durante e Dopo di Noi

La Regione Lazio e le ATER del territorio regionale stipulano una convenzione che li impegna ad agire con un’azione strategica e coordinata al fine di potenziare le buone prassi a sostegno del Durante e Dopo di Noi e, con l’obiettivo di ampliare l’offerta delle soluzioni alloggiative e garantire la continuità dei programmi di indipendenza abitativa, la Regione Lazio ripartisce oltre 1.3 milioni,  serviranno per assicurare il proseguimento dei progetti già avviati e mettere a disposizione strutture adeguate alla progressiva presa in carico delle persone più fragili con disabilità grave, prive di sostegno familiare, o perché i genitori non sono in grado di fornire l’adeguato sostegno genitoriale; supportare anche forme di co-housing e gruppi appartamento, con l’obiettivo di promuovere l’autonomia e l’indipendenza dei beneficiari, avviando percorsi programmati di accompagnamento per l’uscita dal nucleo familiare di origine e supportando percorsi di deistituzionalizzazione. Gli immobili si troveranno in zone residenziali e non in contesti isolati in modo da incentivare un legame con la comunità di riferimento e garantire la continuità affettiva e relazionale degli ospiti con i propri cari, il Fondo stanziato è dalla Legge sul Dopo di Noi,  l’ATER a sua volta, , si impegna a utilizzare il Fondo di risorse assegnato per acquistare strutture ritenute idonee, per avviare eventuali opere di ristrutturazione o messa in opera degli impianti e delle attrezzature necessarie per il funzionamento degli alloggi,  la convenzione ha durata di 5 anni.

 

 

 

Leggi l’articolo

 

 

 

Photo: Cesvot.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe piacere anche

3 dicembre 2022 – Congresso della Fish Onlus: Disabilità – come trasformare le attuali sfide in opportunità di crescita

Fonte: https://www.vita.it