Dal 4 al 6 febbraio 2022 – Teatro San Gaspare (e in streaming): Evento finale del progetto “Il fagiolo magico”

Dal 4 al 6 febbraio 2022 – Teatro San Gaspare (e in streaming): Evento finale del progetto “Il fagiolo magico”

L’Associazione Volontari Il Cavallo Bianco darà vita alla nuova edizione di “Tutti in campo per una Città Multiculturale”, una manifestazione che si svolgerà nei giorni che vanno dal 4 al 6 febbraio al Teatro San Gaspare (Via Tor Caldara, 23), tre giorni di percorsi, incontri e scambi, giorni di connessioni, contaminazioni e coesioni, ci sarà la possibilità di seguire gli eventi principali in streaming, sul Canale YouTube della Cooperativa Matrioska. Si tratta dell’evento finale del progetto “Il fagiolo magico”, promosso dall’Associazione Volontari Il Cavallo Bianco e finanziato dalla Regione Lazio – Avviso Pubblico “Comunità Solidali 2019”, che coinvolge 65 persone, oltre l’85% sono donne, oltre il 70% sono stranieri, che hanno avuto maniera di emanciparsi con corsi di pittura, ceramica, disegno, hanno avuto maniera di migliorare e conoscere la lingua italiana, oltre che partecipare attivamente a laboratori espressivo – creativi con varie modalità: dalle improvvisazioni teatrali alla scenotecnica sul palcoscenico del Teatro finanche le riprese video nel Parco della Caffarella guidate dai videomaker della Cooperativa Sociale Integrata Matrioska, tre giorni d’iniziative interessanti vivaci.                   

 

Per informazioni e/o contatti: 333/209360506/5430422  – email: teatrosangaspare@gmail.com

Di seguito trovate il programma dettagliato e uno scritto eloquente del progetto. 

 

 

_______________________________________________________________

 

 

TUTTI IN CAMPO PER UNA CITTÀ MULTICULTURALE

Tre giorni per l’evento finale del progetto “Il fagiolo magico”, promosso dall’Associazione Volontari Il Cavallo Bianco e finanziato dalla Regione Lazio – Avviso Pubblico “Comunità Solidali 2019”

Tre giorni di percorsi, incontri e scambi. Tre giorni di connessioni, contaminazioni e coesioni. Questo promette la locandina della nuova edizione della manifestazione “Tutti in campo per una Città Multiculturale”, promossa dall’Associazione Volontari Il Cavallo Bianco, momento conclusivo del progetto “Il fagiolo magico”, finanziato dalla Regione Lazio con risorse statali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

L’evento – sul palcoscenico del Teatro San Gaspare di Roma e in diretta streaming sul Canale YouTube “cooperativamatrioska” – si svolgerà nei giorni 4-5-6- febbraio 2022 e prevede una mostra artigianale, installazioni, happening teatrali, proiezione di film e un grande concerto musicale di musica italiana di tutti i tempi.

In scena, il percorso di oltre un anno – quello del progetto “Il fagiolo magico” – attraverso le storie, i volti, i desideri e i problemi quotidiani della gente comune. Le persone che non riescono a mettere insieme il pranzo con la cena, le persone che hanno perso il lavoro durante la pandemia, le persone che vivono quotidianamente la precarietà dell’alloggio e cercano sostegno nei centri d’ascolto parrocchiali e nella distribuzione di viveri e vestiti.

E poi le persone più avanti negli anni, che stanno vivendo situazioni di solitudine e di abbandono, in una città che vive con sgomento una pandemia infinita.

Tutto questo avviene ogni giorno presso i locali del Teatro San Gaspare di Roma (in Via Tor Caldara 23, a poca distanza dalla Metro Arco Travertino).

Le attività del progetto “Il fagiolo magico” sono frequentate da 65 persone, che si alternano nelle varie giornate della settimana e nelle attività proposte – la maggior parte in maniera costante e partecipativa, taluni con sporadicità, trovando comunque nel Centro Diurno un punto di riferimento.

Attualmente, le persone che frequentano sono verificate nel possesso del Green Pass e, in ogni caso, sono obbligate a rispettare il distanziamento sociale nelle attività, indossando mascherine e sanificando le mani. Ogni giorno vengono sanificati dai volontari tutti gli ambienti utilizzati.

Attualmente, stanno frequentando le attività progettuali del Centro Diurno avviato dal progetto 65 persone. Oltre l’85% sono donne, oltre il 70% sono stranieri, circa il 72% hanno un’età entro i 55 anni, ma quasi il 25% sono persone oltre i 65 anni (con simpatici nonnini vicini ai 90). L’inclusione sociale e culturale è arricchita anche da persone con disabilità fisiche e intellettivo-relazionali, secondo un modello di condivisione di competenze e capacità, nel riconoscimento reciproco dell’unicità della Persona umana.

Con esperti delle materie, si impara la ceramica, la pittura e il disegno. Si impara l’italiano di base per chi non conosce ancora bene la nostra lingua, si sperimenta la scrittura creativa e la lettura comunitaria dei quotidiani per chi vuole avventurarsi nei grovigli della lingua italiana. E poi laboratori espressivo-creativi proposti con modalità diverse: dalle improvvisazioni teatrali e la scenotecnica sul palcoscenico del Teatro, al salotto letterario delle persone ricche di anni, fino alle riprese video nel Parco della Caffarella guidate dai temerari videomaker della Cooperativa Sociale Integrata Matrioska, uno dei partner del progetto – insieme alla Parrocchia S. Gaspare del Bufalo e alla Cooperativa Sociale Integrata Tandem.

Gli Obiettivi generali individuati in fase di progettazione sono principalmente due:

Porre fine ad ogni forma di povertà

Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili

Dagli Obiettivi, sono state individuate le Aree d’intervento, con un coinvolgimento attivo dei volontari alla rete cittadina della solidarietà, con l’intento di rinforzare la resilienza dei poveri e di coloro che si trovano in situazioni di vulnerabilità e ridurre la loro esposizione e vulnerabilità; di anticipare e individuare situazioni di fragilità e di bisogno che possano coinvolgere anche fasce di popolazione particolarmente esposte

I 30 volontari coinvolti in prima persona hanno intensificato l’ascolto nel particolare periodo storico che stiamo vivendo, supportando ogni settimana gli utenti del progetto anche con ulteriori servizi, attivati sulla base dei bisogni rilevati: dal rinnovo del permesso di soggiorno alle pratiche per il cambio di residenza, dal doposcuola per i bambini di etnia bengalese all’inserimento nell’Oratorio giornaliero e domenicale, fino alla sensibilizzazione sulle vaccinazioni e la prenotazione on-line.

Con la riapertura a piena capienza dei Teatri e dei Cinema, il gruppo dei beneficiari finali sta collaborando con i volontari nella organizzazione di proposte culturali al Territorio e alla Comunità. Una rassegna cinematografica di film dedicata all’immigrazione, alla disabilità e alla fragilità esistenziale già sta accompagnando il quartiere ogni giovedì sera, come iniziativa costante di dialogo con la città.

Ora il grande evento finale di presentazione di un anno di condivisione e partecipazione ad un’idea di laboratorio permanente delle diversità sul territorio, nel rispetto e nel dialogo delle diversità filosofiche, religiose, politiche, etniche, fisiche, psichiche e sensoriali.

IL PROGRAMMA

Venerdì 4 febbraio 2022

ore 16.00

inaugurazione Mostra lavori artigianali in ceramica, con installazioni dal laboratorio di scrittura creativa ed interazioni con i partecipanti al progetto

ore 17

sul palcoscenico

Talk show “Ricchi di anni, ricchi di idee, ricchi di nuovi progetti”

Riflessioni, letture e testimonianze su fragilità, solitudine e invecchiamento attivo, con la partecipazione delle protagoniste e dei protagonisti del laboratorio espressivo-creativo

in diretta in teatro e in streaming 

Sabato 5 febbraio 2022

ore 10.00 – 13.00

ore 16.00 – 19.00

apertura Mostra lavori artigianali in ceramica, con installazioni dal laboratorio di scrittura creativa ed interazioni con i partecipanti al progetto

ore 11

sul palcoscenico

Varietà sociale “Alla ricerca dell’Isola che non c’è: ipotesi di autoimprenditorialità sociale e inclusione culturale ai margini del quartiere”

con la partecipazione delle protagoniste e dei protagonisti dei laboratori di ceramica, disegno, pittura, italiano per stranieri, scrittura creativa, teatro e video

in diretta in teatro e in streaming

ore 17

anteprima mondiale film-documentario sul percorso progettuale

a seguire

proiezione film “Itinerari nella memoria” – dalla borgata Arco di Travertino alla nascita della Parrocchia

Domenica 6 febbraio 2022

ore 11.00 – 13.00

ore 17.00 – 20.00

apertura Mostra lavori artigianali in ceramica, con installazioni dal laboratorio di scrittura creativa ed interazioni con i partecipanti al progetto

ore 11.00

spazio bambini

proiezione film “Dumbo” (2019) – prodotto dalla Casa di produzione Walt Disney

ore 17.00

Concerto musicale con il gruppo EASYPOP: musica italiana e internazionale degli ultimi 50 anni, in un caleidoscopio di luci, emozioni e respiri – alla scoperta delle diversità di ciascuna Persona umana. Adatto da 0 a 99 anni

in diretta in teatro e in streaming

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe piacere anche

4 ottobre 2022 – Teatro San Gaspare – Conferenza: Presentazione del percorso formativo del progetto europeo DDSkills

Fonte: Propria