29 e 30 dicembre 2021 – Happening: “Attraverso lo specchio della pandemia: il risveglio di Pinocchio dopo il bacio del Principe Vaccino”

29 e 30 dicembre 2021 – Happening: “Attraverso lo specchio della pandemia: il risveglio di Pinocchio dopo il bacio del Principe Vaccino”

Mercoledì e giovedì prossimi, 29 e 30 dicembre, al Teatro San Gaspare (Via Tor Caldara, 23), si terrà una due giorni con l’happening” “Attraverso lo specchio della pandemia: il risveglio di Pinocchio dopo il bacio del Principe Vaccino”, dalle 9.00 del mattino fino alle 20.00 della sera, ci si potrà incontrare e condividere, sono invitati bambini e adulti,  con laboratori di ceramica, lezioni d’italiano per gli stranieri, molti dei quali seguono il progetto “Il Fagiolo Magico”, c’è anche un laboratorio per chi vuole e ama il teatro, lezioni di tecniche foto – video. Segnaleremmo il 29, alle  10.30 la visione del film culto di Vittorio De Sica “Miracolo a Milano” (versione restaurata), mentre per il 30 dicembre, dalle ore 15.00, il Convegno Internazionale “Attraverso lo specchio – percorsi e testimonianze dal mondo sospeso: creatività ed espressività per l’inclusione dopo il virus”, in collegamento streaming dalla Bielorussia e dall’Italia, l’ingresso è gratuito, nel rispetto delle nuove norme anti Covid, il collegamento virtuale si otterrà tramite i social https://www.facebook.com/Pinocchio-nel-paese-delle-meraviglie-112690580152895   https://www.youtube.com/user/cooperativamatrioska.

 

 

 

__________________________________________________________

 

Attraverso lo specchio della pandemia: il risveglio di Pinocchio dopo il bacio del Principe Vaccino

Il progetto “Pinocchio nel paese delle meraviglie – V edizione” – promosso dalla Cooperativa Sociale Matrioska, con il contributo e il patrocinio della Direzione Generale Cinema e Audiovisivo del Ministero della Cultura – nei meandri del risveglio della Bella addormentata del bosco.

Due giorni di incontri, laboratori e film, con un Convegno Internazionale tra Italia e Bielorussia, al Teatro San Gaspare di Roma e in diretta on-line su YouTube.

Giovedì 30 Dicembre 2021 – in presenza presso il Teatro San Gaspare di Roma oppure in collegamento streaming dalla Bielorussia e dall’Italia, si potrà partecipare al Convegno Internazionale “Attraverso lo specchio – percorsi e testimonianze dal mondo sospeso: creatività ed espressività per l’inclusione dopo il virus”.

Si tratta dell’azione conclusiva del progetto “Pinocchio nel paese delle meraviglie – V edizione” (che è stato realizzato dal 1 aprile 2021 – in continuità con le azioni intraprese nel 2020 e fino al 31 marzo 2021) – promosso dalla Cooperativa Sociale Integrata “Matrioska”, con il contributo e il patrocinio della Direzione Generale Cinema e Audiovisivo – Ministero della Cultura. Un progetto di internazionalizzazione del prodotto audiovisivo in un confronto di immagini ed emozioni tra Italia e Bielorussia.

Grazie ad un gemellaggio con il progetto “Il fagiolo magico” – promosso dall’Associazione Volontari Il Cavallo Bianco ODV e finanziato dalla Regione Lazio con risorse del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – sono state organizzate due giornate open day con la partecipazione degli utenti del progetto, che frequentano ogni giorno da mesi i corsi di ceramica e italiano, i laboratori espressivo-creativi, le riprese videofotografiche e i percorsi di autoimprenditorialità sociale. Si tratta soprattutto di persone straniere che vivono a Roma, spesso in situazione di precarietà e di isolamento sociale, che, anche grazie alla proposta progettuale, stanno sperimentando un’ ipotesi di rinascita sociale e culturale.

Anche partecipanti al progetto “Il fagiolo magico” sono stati coinvolti in questi mesi nella realizzazione del film sulla pandemia della Cooperativa Matrioska, negli interni del Teatro San Gaspare o in avventurose trasferte, come una recente e gioiosa gita in pullman a Firenze… alla ricerca di una normalità negata.

Nei giorni 29 e 30 Dicembre 2021 – ad ingresso libero, con le regole anti-Covid 19 stabilite dal Governo – si potrà assistere alla proiezione di film (da segnalare la versione restaurata di “Miracolo a Milano” di Vittorio De Sica), incontrare le persone che partecipano ai laboratori e sperimentare la contaminazione delle diversità nello svolgimento di attività ludiche ed espressive condivise.

In particolare, il Convegno Internazionale costituisce l’occasione per fare il punto della situazione sulla pandemia: per raccontare come è stata ed è vissuta negli Internati bielorussi per persone con disabilità e di come l’arte e il teatro possano aiutare a superare la paura del virus e a ridare speranza per il futuro.

La Cooperativa Sociale Integrata “Matrioska” aveva concluso a marzo 2021 la prima parte di un film ispirato alla favola “La bella addormentata nel bosco” – come metafora del “mondo sospeso” che viviamo attualmente.

La bella Aurora era in attesa del Principe Vaccino, che l’avrebbe risvegliata con il bacio del vero amore e tutto sarebbe tornato come prima, anzi più radioso e solare di prima. La realtà dell’ultimo periodo ha immerso tutti – e anche il percorso progettuale – in una strana dimensione tra sogno e realtà, in cui si distinguono con difficoltà ipotesi di futuro possibile.

In Italia, i giovani bielorussi della Cooperativa Matrioska – ex ospiti di un Internato “speciale” IN Bielorussia da bambini – hanno realizzato interviste a persone che hanno vissuto momenti drammatici per il Covid e hanno creato anche momenti poetici di racconto.

Il Convegno si potrà seguire in presenza in Teatro oppure collegandosi al Canale YouTube della Cooperativa Matrioska – dove si può anche navigare tra centinaia di immagini video – al link

https://www.youtube.com/user/cooperativamatrioska

Durante il Convegno, saranno presentate le prime immagini in anteprima di un film-documentario sul “mondo sospeso” evocato dalla favola “La bella addormentata nel bosco”. Essendo stato caratterizzato il periodo Gennaio 2020/Marzo 2021 da diversi momenti di lockdown, di blocco dei viaggi transnazionali e di attenzione alle misure di prevenzione del contagio da Covid-19, i materiali videofotografici erano stati caratterizzati da molta eterogeneità di ripresa (riprese con videocamera HD, ma anche cellulari e riunioni on-line – insieme a molto girato su set teatrali appositamente creati) e di montaggio.

Nella prosecuzione dell’anno 2021, le riprese video sono proseguite soprattutto in Teatro, quasi un set claustrofobico, da cui i protagonisti faticano ad uscire, incontro ad un mondo che vive in uno strano dormiveglia, che rallenta i movimenti del cuore e le progettualità dello spirito e della mente.

Durante il percorso progettuale, è stato implementato uno specifico sito internet dedicato al progetto finalizzato allo sviluppo di attività di animazione transnazionale e scambi interculturali: https://pinocchionelpaesedellemeraviglie.coop-matrioska.it/

Si tratta di una tappa importante nel percorso progettuale che da cinque anni viene portato avanti dalla Cooperativa Matrioska: uno specifico spazio web dedicato all’esperienza condotta dal 2017 ad oggi (grazie al costante contributo della Direzione Generale Cinema), con materiali scritti, fotografici e video – in collegamento con i Social di progetto Facebook https://www.facebook.com/Pinocchio-nel-paese-delle-meraviglie-112690580152895/

e YouTube https://www.youtube.com/cooperativamatrioska

Il Sito è completamente accessibile a tutte le tipologie di disabilità, compresa la possibilità di lettura per le persone ipovedenti.

L’implementazione e il consolidamento di tale Sito costituiscono un’occasione per la promozione di spazi di visibilità e scambio per il Terzo Settore; per la promozione dell’inclusione sociale, culturale e lavorativa di giovani con e senza disabilità bielorussi, già minori accolti nei “progetti Chernobyl”, provenienti da Internati della Bielorussia, ora stabilmente in Italia, con permesso di soggiorno per lavoro, che presentano difficoltà di inserimento nella Società italiana; per la promozione di spazi di visibilità e scambio per le persone straniere extracomunitarie immigrate in Italia dall’Est europeo e le persone dei Paesi di provenienza.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe piacere anche

Il ristorante-pizzeria “La Locanda dei Girasoli” chiude definitivamente

Fonte: https://roma.repubblica.it