13 maggio 2024 – 14 maggio 2024 – Roma – Milano: Presentazione del film “Io Sono Un po’ Matto, e tu?” di Dario D’Ambrosi

13 maggio 2024 – 14 maggio 2024 – Roma – Milano: Presentazione del film “Io Sono Un po’ Matto, e tu?” di Dario D’Ambrosi

Un film di Dario D’Ambrosi con Marco BocciRaoul BovaStefano Fresi, Claudia GeriniEdoardo LeoVinicio MarchioniStefania RoccaClaudio SantamariaDomenico Iannacone e con gli attori diversamente abili della Compagnia Stabile del Teatro Patologico.

Nel filmi ragazzi disabili, immedesimandosi con il proprio direttore, cercheranno di risolvere ansie e paure di personaggi noti che si rivolgono a lorocercandoli nei più̀ diversi luoghi della città.

Gli attori professionisti confesseranno con ironia e sincerità̀ i propri tic e le proprie manie sperando che questi “Tutor psichiatrici” riescano a risolverli affrontando così problemi e disturbi che riguardano la vita quotidiana di ognuno di noi.

Il film vuole rivelare con leggerezzaoriginalità e con un’ironia surreale e tragicomica alti contenuti psicologici e sociali con l’obiettivo di mettere in scena un modo diverso di vedere e affrontare i problemi e le difficoltà, fisiche e mentali, che tutti cerchiamo di superare e migliorare in diversi modi.

Il Teatro Patologico a Roma è un luogo dove, attraverso la teatro – terapiai ragazzi disabili e le loro famiglie vivono un percorso di speranza e benessere, che non hanno mai trovato in altri luoghi.

La tua presenza ci aiuterà a realizzare la nostra ricerca scientifica e a dare speranza a molti ragazzi disabili psichici e fisici attraverso la teatro – terapia dimostrando la presenza di benefici non solo a livello emotivo ma anche cerebrale.

Fonte: Teatropatologico.com

Photo: Teatropatologico.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe piacere anche

Un ospedale di comunità al Sandro Pertini: 80 pazienti in meno di due mesi

Fonte: Sociale.it