Basilicata – Bernalda (MT) il primo stabilimento balneare inclusivo

Basilicata – Bernalda (MT) il primo stabilimento balneare inclusivo

Il Comune di Bernalda (Matera) ha inaugurato sul lungomare di Metaponto “Il sogno del capitano“, il primo lido inclusivo, accessibile e sostenibile della Basilicata, pensato per offrire un’opportunità alle tante persone con bisogni speciali e garantire loro accessibilità al mare e inclusione. Nato all’interno del progetto “Open Basilicata – Il Turismo per tutti” con l’obiettivo di promuovere in Basilicata un turismo inclusivo, è il frutto della collaborazione tra il Comune di Bernalda, il Consorzio La Città Essenziale e i partner dell‘ATS – Cooperativa Oltre L’Arte, Cooperativa Prato Verde, Anfass Policoro, 2HE, TiEmmeA APS, Ente Nazionale Sordi.

Per il vicepresidente della Regione Basilicata e assessore alla Salute e alle Politiche della persona, Francesco Fanelli, si tratta di un momento storico che segna il raggiungimento di un primo, importante obiettivo per il welfare lucano.

“La realizzazione del primo lido inclusivo nel metapontino – afferma – è un segnale chiaro e tangibile che in Basilicata qualcosa sta cambiando e deve continuare ad evolversi la cultura dell’inclusione, della fruibilità dei servizi per tutti e su tutto il territorio lucano. “Open Basilicata – il Turismo per tutti” è un progetto che abbiamo sostenuto sin dalla sua presentazione, per la bontà degli intenti e dei valori in sé racchiusi e che oggi, con grande gioia, vediamo prendere forma davanti ai nostri occhi, pronto ad ospitare chiunque voglia godersi la bellezza del nostro mare. È fondamentale che la Basilicata cresca sul tema dell‘inclusività e progredisca nell’offrire un sistema integrato e coordinato di servizi turistici, accessibili, che valorizzino il territorio lucano e che siano motivo di orgoglio per tutti noi. Questo input al turismo inclusivo non solo permetterà il rilancio delle splendide coste metapontine e la creazione di nuove opportunità lavorative ma vuole essere l’inizio di un percorso più ampio per il sostegno alla realizzazione di percorsi di vita e lavorativi che promuovano il senso di autosufficienza e favoriscano lo sviluppo di relazioni affettive. Per la prima volta in Basilicata, abbiamo realizzato un servizio inclusivo unico nel suo genere per avanguardia e senso civico. Si conferma la volontà di questa amministrazione di continuare a favorire pratiche virtuose a 360° che si muovono nel totale azzeramento di barriere architettoniche, culturali e sociali in favore di tutta la comunità“.

“Il nastro più bello da tagliare, un’opera difficile da tutti i punti di vista che finalmente è realtà – sottolinea Domenico Tataranno, sindaco di Bernalda -. Penso a Gaetano che non c’è più, penso alla sua frase sull’incompatibilità dei tempi della politica con i bisogni delle persone diversamente abili, penso anche che ci sia voluto tanto tempo e che l’estate è quasi finita, penso a quanta fatica c’è dietro. Penso, però, soprattutto ai nostri ragazzi speciali che dal 29 agosto potranno godere della meraviglia del mare come tutti gli altri, penso che da oggi potranno veder garantito un loro sacrosanto diritto che per troppo tempo è stato negato“.

 

 

Photo: It.italy24.press

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe piacere anche

Un ospedale di comunità al Sandro Pertini: 80 pazienti in meno di due mesi

Fonte: Sociale.it